Milano (askanews) - Erri De Luca è stato assolto perchè "il fatto non sussiste" nel processo in cui è imputato a Torino dall'accusa di istigazione a delinquere per essersi detto a favore dei sabotaggi in Val Susa contro la Torino-Lione.Alberto Barbera e Paolo Virzì ospiti di Intesa Sanpaolo all'Expo di Milano hanno commentato con soddisfazione la notizia. Per il regista è una ottima notizia."Sono contento perchè per quanto uno possa essere favorevole o contrario al suo pensiero, il castigo della galera per l'espressione di un pensiero è qualcosa di totalmente anacronistico mi sembra".Il direttore del Museo Nazionale del Cinema di Torino e della Mostra del Cinema di Venezia, pur dichiarandosi favorevole alla Tav ha espresso grande soddisfazione per l'assoluzione."Ne sono felice perchè come la maggior parte delle persone, anche io ritenevo che fosse un processo alle idee, e queste sono cose che spaventano perchè le idee non possono essere processate, ciascuno ha il diritto di esprimerle e tentare di mettere il silenziatore a chi esprime opinioni che non sono condivise dalla maggioranza è un brutto segnale".I pm Andrea Padalino e Antonio Rinaudo avevano chiesto 8 mesi direclusione per lo scrittore.