Kiev (askanews) - Kiev sotto assedio per gli scontri tra la Guardia Nazionale e i manifestanti nazionalisti davanti al parlamento ucraino. Ci sarebbero morti e almeno 90 feriti. Arrestato l'uomo ha lanciato una granata sempre davanti alla Rada provocando il ferimento di una ventina di agenti che sorvegliavano l'ingresso. Alcuni dei feriti versano in gravi condizioni. Altre 30 persone sono state fermate.Gli scontri si sono verificati mentre il Parlamento ucraino adottava in prima lettura un progetto di riforma costituzionale, richiesto dalle cancellerie occidentali, che attribuisce una maggiore autonomia ai territori dell'Est ribelle prorusso, passo che ha scatenato l'ira di manifestanti della destra nazionalista.La Guardia nazionale ucraina, che dipende dal ministero dell'Interno, è composta da volontari che hanno fatto parte delle milizie di autodifesa del Maidan, il movimento di contestazione proeuropeo nel centro di Kiev represso nel sangue nel febbraio 2014.(immagini AFP)