Gaza (askanews) - La violenza che è divampata nelle ultime settimane fra israeliani e palestinesi dalla Cisgiordania arriva anche ai confini della Striscia di Gaza. Qui siamo nelle vicinanze del campo rifugiati di Al Bureij, dove sono scoppiati violenti scontri fra un nutrito gruppo di giovani palestinesi e soldati israeliani. Lanci di pietre contro gas lacrimogeni, un copione che si ripete troppo spesso in queste difficili zone di confine, senza che arrivi mai la parola fine."Siamo qui per sostenere i nostri fratelli in Cisgiordania. Come vedete, loro ci tirano contro i lacrimogeni, noi facciamo quello che possiamo per sostenere i nostri fratelli", dice questo giovane palestinese, protagonista insieme ai suoi coetanei di quella che è stata già definita "la terza Intifada"