Roma, (askanews) - Il Movimento 5 stelle ha chiesto l'avvio di una indagine conoscitiva alla Camera sulle banche popolari. "Abbiamo intenzione - ha spiegato il deputato stellato Alessio Villarosa - di lanciare un'indagine conoscitiva sulle banche popolari, il famoso decreto che sta cancellando dal territorio nazionale le banche popolari". All'iniziativa hanno aderito finora esponenti di Forza Italia e della Lega.Nella conferenza stampa di presentazione, cui hanno partecipato l'economista Leonardo Becchetti, il presidente dell'associazione di consumatori Adusbef e Michele Ladisa per l'associazione Duosiciliana, sono stati presentati, ha sottolineato Villarosa, "dati concreti e reali che smentiscono totalmente le motivazioni tirate fuori dal Governo per la riforma: credito alle imprese, ne danno più le banche popolari; limite patrimoniale non può essere previsto perché la forma cooperativa deve essere incentivata; limitazione al recesso non può essere prevista perché l'articolo 41 della Costituzione dà la libera iniziativa economica al cittadino"."Presenteremo - ha annunciato l'esponente M5S - anche richieste di informativa alla Bce e Fondo monetario internazionale. Abbiamo sei costituzionalisti che hanno firmato contro la proposta di riforma delle banche popolari, e il prof. Becchetti ci ha informato che ci sono 163 economisti che hanno firmato contro la riforma delle banche popolari. A favore, zero. Quindi, 163 a zero, questo è il reale risultato".