Firenze (askanews) - Viareggio ricorda la strage ferroviaria che causò la morte di 32 persone. La notte del 29 giugno 2009, il treno merci Trecate-Gricignano, con il suo convoglio di quattordici carri cisterna contenenti Gpl, deragliò passando dalla stazione di Viareggio. Una delle cisterne fu perforata e il gas che ne uscì invase la vicina via Ponchielli, incendiandosi. Undici persone morirono in pochi minuti, due furono stroncate da un infarto, molte altre rimasero gravemente ustionate e morirono anche a distanza di settimane.Viareggio ricorda le vittime con una messa di suffragio al cimitero della Misericordia, un incontro tra i comitati delle stragi italiane e la cittadinanza. In serata invece partirà il corteo della memoria da via Ponchielli che attraverserà il centro e farà ritorno nella strada che quella notte fu distrutta dalle fiamme. Alle 23,48, l'ora dell'esplosione, saranno letti i nomi delle 32 vittime.Per la strage sono state rinviate a giudizio 33 persone, tra cui l'allora ad di Fs Mauro Moretti, dirigenti e funzionari di altre società del gruppo. Il processo è ancora in corso.