Roma, (askanews) - Procuravano l'ingresso illegale dalla Grecia in Italia di stranieri e organizzavano dei matrimoni con donne italiane: 14 persone sono state arrestate con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, altre 4 persone sono accusate di spaccio di sostanze stupefacenti.I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno eseguito un'ordinanza che dispone misure cautelari per 13 cittadini italiani e 5 stranieri provenienti da Marocco, Siria e Romania, per un totale di 8 uomini e 10 donne.I matrimoni venivano celebrati prima in Egitto, e poi regolarizzati in Italia per ottenere la carta di soggiorno.Organizzatori dei viaggi e dei matrimoni "combinati", che potevano costare fino a 10.000 Euro, erano 2 cittadini siriani, aiutati da donne italiane che ricevevano 500 euro a viaggio. A tempo debito, la "coppia" avanzava la richiesta di divorzio.Nell ambito delle stesse indagini, i carabinieri hanno accertato 5 indagati gestivano un'attività di spaccio di sostanze stupefacenti in spiaggia, lungo il litorale laziale.