Kobane (askanews) - Macerie, macchine abbandonate, segni di guerra e distruzione ovunque. Kobane è una città fantasma dopo due mesi di guerra contro i miliziani dello Stato Islamico. Qui dal cielo piombano continuamente i raid aerei della coalizione, mentre i combattenti curdi cercano di fermare l'avanzata degli estremisti lottando strada per strada. Questi quartieri nel sud della città sono stati recentemente conquistati dai combattenti curdi."Non lasceremo mai Kobane, non l'abbandoneremo mai, è costruita con il nostro sangue e le nostre "Qua ci sentiamo un po' più sicuri, rispetto ad altri quartieri della città dove ci sono zone molto più distrutte - racconta un abitante, ora impegnato a combattere l'Isis - Queste saracinesche sono saltate a causa delle esplosioni ".In questi due mesi di guerra sono morte circa 1000 persone, in maggioranza jihadisti, ma per ora la fine della battaglia di Kobane sembra ancora lontana.