Roma, 25 feb. (askanews) - "Non ci sono due anime nella Lega, c'è Zaia da rieleggere" governatore del Veneto. Il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, respinge al mittente le ipotesi di spaccature nel Carroccio per la rivalità tra il governatore uscente Luca Zaia e il sindaco di Verona, Flavio Tosi, tentato dal correre per le Regionali in Veneto."Se qualcuno ha problemi con Zaia se li deve risolvere da solo", taglia corto Salvini, spiegando che Tosi "ha ambizioni legittime" ma potrà fare il governatore "dopo il secondo mandato di Zaia, ci vuole calma e pazienza nella vita". Dov'è finita la Lega delle origini? "Bossi - risponde Salvini - fa il parlamentare, del Trota (il figlio di Bossi, Renzo, ndr) non ho notizie e non mi sveglio la mattina con l'ansia di averne".