Genova (askanews) - "Penso che Rete a Sinistra e la candidatura di Pastorino possa essere un laboratorio nazionale per una nuova sinistra". Lo ha affermato il leader di Sel, Nichi Vendola, durante un'iniziativa elettorale a Genova."Così come la Liguria è stata laboratorio nazionale per le larghe intese e per il trasversalismo, così - ha sottolineato Vendola - può esserlo anche per una nuova sinistra, che non sia la somma delle schegge della vecchia sinistra ma sia una sinistra nuova con l'agenda dei problemi del futuro e che provi a rimettere un po di speranza nella circolazione delle paure e a volte malate della politica"."A noi - ha aggiunto il presidente nazionale di Sel - piace fareuna campagna elettorale senza avere il sentimento della vergogna, senza sentirci alleati di personaggi che rappresentano mondi che noi combattiamo"."Qui in Liguria - ha concluso Vendola - contro Toti e la Paita è in campo la candidatura di Luca Pastorino, è in campo Rete a Sinistra, un laboratorio che vuole provare a sperimentare la nascita di un nuovo soggetto politico che possa dare speranza a chi per esempio rischia di scappare da una regione che sta drammaticamente invecchiando, da una regione che ha bisogno di cambiare verso".