Roma, (askanews) - "Si, sono stato sorpreso. Non conosco le carte del promotore di giustizia vaticana. Non parlo delle fonti, sono molte di più. Ci sono documenti che arrivano da molti altri enti. L'irritazione è tale per cui ci potrebbero essere decisioni penali contro noi e gli editori. La richiesta di ritiro del libro è fantascientifico". Lo afferma Emiliano Fittipaldi che ha presentato il volume "Avarizia" (edizione Feltrinelli), in uscita il 5 novembre, e all'indomani degli arresti di due persone in Vaticano per la fuga di documenti riservati.