Roma (askanews) - Si è chiuso il processo 'Vatileaks 2' sulla fuga di documenti riservati della Santa Sede: il Tribunale vaticano ha condannato Mons. Lucio Vallejo Balda e Francesca Immacolata Chaouqui rispettivamente a 18 mesi e a 10 mesi. La pr ha commentato così la sentenza:

"Oggi per me finisce un calvario, la corte mi ha dichiarato non colpevole per il reato di divulgazione di notizie e quindi il Santo Padre quando leggerà questa sentenza saprà che io non lo ho tradito, questa è la mia più grande vittoria"

Assoluzione per Nicola Maio per non aver commesso il fatto. Difetto di giurisdizione e quindi proscioglimento, per i giornalisti Gianluigi Nuzzi ed Emiliano Fittipaldi che hanno commentato così.

"Questa sentenza è un segno senza ritorno del cambiamento che si sta compiendo all'interno dello Stato Vaticano, anche in materia di leggi, sentenze e giurisprudenza".

"E' stato un processo a due libri che è finito bene che racconta come due libri "Avarizia" e "Via Crucis" hanno raccontato per la prima volta con estrema durezza ma anche con chiarezza aspetti e scandali, finanziari e corruttivi all'interno del Vaticano, sono stati assolti dagli stessi giudici del Vaticano".

Poi una battuta sulla libertà di espressione e stampa. "Il Vaticano è stato coraggioso perchè questa sentenza in qualche modo racconta che anche qui è rispettato il diritto di fare i giornalisti e di scrivere cose vere, verificate e notizie importanti".

(immagini AFP)