Varsavia (TMNews) - Varsavia, la capitale della Polonia è una delle pochissime città europee a vantare spiagge naturali nel cuore stesso del centro città. Un'oasi di ristoro estivo per chi non può permettersi di partire per le vacanze.A 350 chilometri dal Baltico, gli abitanti di Varsavia possono credere di trovarsi sulla costa polacca e così a migliaia si organizzano per godersi un bagno di sole sulle rive della Vistola, a un tiro di schioppo dal centro.Come detto le spiagge sono naturali, anche se in cinque località è stato previsto un "trapianto" di sabbie bianche del Baltico. Ma basta allontanarsi di qualche chilometro per ritrovare la Vistola più selvaggia. I bagni sono però vietati, a causa dell'inquinamento del fiume provocato dallo sviluppo forzato dell'industria pesante durante il periodo comunista. Come spiega Przemyslaw Pasek, presidente di una fondazione ambientalista."Prima della guerra, in agosto c'erano non meno di 40mila persone sulle sponde della Vistola. Oggi le spiagge del centro sono molto più piccole ma il fiume sta diventando sempre più pulito e in qualche anno speriamo di riaprirlo alla balneazione".L'entroterra fluviale è uno scenario ideale per praticare sport en plein air, dal ciclismo, al jogging al beach volley, mentre la sera i bar si trasformano in piste da ballo che ospitano gruppi di giovani in festa sino all'alba.(Immagini Afp)