Catacas, (TMNews) - La difficile situazione economica e politica del Venezuela diventa l'occasione per il premio Nobel per la letteratura, Mario Vargas Llosa, per sferrare una critica feroce nei confronti del popolo venezuelano e del governo chavista: "Credo che i venezuelani si siano sbagliati a dare un supporto di massa al comandante Chavez, che ha proposto una politica totalmente insana e catrastrofica".Il Premio Nobel peruviano, di fede liberale, mette in guardia dal sostegno che il delfino di Chavez, Maduro, riscuote anche tra i Paesi dell'America Latina: "La gente dell'America del Sud mostra grande simpatia per il Venezuela. In realtà non è un atteggiamento neutrale e disinteressato, in alcuni casi si rivela complice del governo venezuelano"."Quello che sento io è solo amore per il Venezuela - chiarisce lo scrittore peruviano - perchè dovrei voler provocare il Venezuela? No, a me spiace soltanto che oggi il Venezuela non sia il Paese più ricco dell'America Latina benchè ne abbia tutte le potenzialità".(immagini Afp)