Varese (TMNews) - Una falsa cieca e altri quattro finti invalidi sono stati scoperti dai finanzieri del Comando provinciale di Varese: nel corso del tempo hanno percepito senza averne diritto 280 mila euro per pensioni o indennità di accompagnamento.La falsa cieca - spiegano le Fiamme Gialle - lavorava come centralinista, e aveva ottenuto il posto proprio grazie alla sua infermità, ma svolgeva anche doppio lavoro presso un centro analisi cliniche come addetta a ricevimento ed amministrazione.Anche gli altri quattro coinvolti nell'inchiesta si fingevano invalidi e risultavano inabili al lavoro o non autosufficienti. In realtà, uno di loro lavorava come meccanico di precisione presso una ditta svizzera, un altro come magazziniere in una società in provincia di Varese e un altro ancora, seppur teoricamente immobilizzato, è stato sorpreso a guidare l'auto, e a svolgere lavori di giardinaggio. L'ultima persona coinvolta è una donna di Saronno che percepiva indebitamente l'indennità di accompagnamento di 500 euro mensili, pur essendo in grado di svolgere da sola le proprie attività.