Samarcanda (askanews) - Il presidente russo Vladimir Putin ha deposto rose sulla tomba del defunto leader uzbeko Islam Karimov, la cui morte la scorsa settimana dopo 27 anni alla guida dell'Uzbekistan alimenta timori di instabilità nel Paese ex sovietico centroasiatico. Le immagini della tv russa mostrano il capo del Cremlino inginocchiato di fronte alla tomba coperta di fiori di Karimov nella città storica di Samarcanda, dove Putin si è fermato di ritorno dal vertice G20 in Cina.

Putin era accompagnato dal premier Shavkat Mirziyoyev, un'indicazione che

quest'ultimo potrebbe raccogliere il testimone da Karimov, dichiarato morto venerdì a 78 anni e sepolto il giorno successivo senza aver lasciato un successore chiaro.

Accusato per lungo tempo dalle ong di essere un despota brutale che reprimeva ogni dissenso, Karimov era uno dei capi comunisti rimasti al potere nei loro Paesi d'origine dopo il crollo del comunismo. L'anziano leader amava dipingersi come un baluardo contro l'islamismo e garante della pace in un Paese

strategicamente collocato al confine con l'Afghanistan. Prima di volare in Uzbekistan Putin ha lodato Karimov per il mantenimento della "stabilità" nel Paese e ha detto di sperare che la nuova leadership manterrà l'ordine imposto dall'ex apparatchik sovietico.

(Immagini Afp)