Washington (TMNews) - All'ultimo respiro, ma alla fine democratici e repubblicani hanno trovato l'intesa per evitare agli Stati Uniti il "fiscal cliff", il baratro fiscale che avrebbe portato a un aumento immediato delle tasse per quasi tutti gli americani. Decisivo l'impegno in prima persona del vicepresidente Joe Biden. E il Senato ha dato il via libera all'accordo."La nostra più importante priorità - ha detto il leader democratico Harry Reid - era proteggere le famiglie della classe media. Questa legge lo fa e ora le famiglie sanno che le loro tasse non aumenteranno di 2200 dollari"."Io credo - gli ha fatto eco il leader repubblicano Mitch McConnell - che abbiamo fatto un buon lavoro per il Paese. Abbiamo sfruttato gli spunti emersi nel dibattito e ora è venuto il momento di lavorare seriamente per ridurre la spesa pubblica fuori controllo".L'accordo prevede tasse più alte per le famiglie più ricche, quelle con entrate superiori ai 450mila dollari e i tagli alla spesa sono stati rinviati per almeno due mesi. Ma, come ha ricordato lo stesso presidente Obama, c'è ancora molta strada da fare.(Immagini Afp)