Grayson, Kentucky (askanews) - Torna libera Kim Davis, la cancelliera della contea di Rowan, in Kentucky, arrestata la settimana scorsa dopo che si era rifiutata in nome delle sue convinzioni religiose di rilasciare licenze matrimoniali alle coppie omosessuali. La notizia, giunta dopo una grande mobilitazione a suo favore, è stata resa nota dall'avvocato della donna. Per la sua liberazione era intervenuto anche il senatore Mike Huckabee, candidato repubblicano alle prossime presidenziali Usa."Aveva accettato di andare in carcere per testimoniare la sua fede, ha detto Huckabee. In questo modo ha fatto scattare qualcosa in questo paese in cui la gente è stanca della tirannia giudiziaria che sopprime le libertà, confisca i diritti costituzionali fondamentali e li mette a rischio".La Davis, dal canto suo, non si è mostrata pentita della sua clamorosa presa di posizione."Lascio solo a Dio la gloria, ha dichiarato dopo la scarcerazione davanti a una folla di sostenitori. Il suo popolo si è unito e voi siete un popolo forte e tenace. Noi serviamo un Dio vivente che conosce perfettamente come ciascuno di noi si comporta. La nostra lotta non si ferma. Non dobbiamo cedere perché Dio è qui presente".La Corte suprema statunitense, due mesi fa, ha sancito il diritto costituzionale di sposarsi anche alle coppie omosessuali. Da allora, la Davis si è appellata al suo diritto di non applicare la decisione dei giudici in nome della libertà religiosa in quanto riconoscere e consentire i matrimoni tra persone dello stesso sesso sarebbe un atto che resterebbe marchiato per sempre - ha spiegato il suo avvocato - nella sua coscienza.(Immagini Afp)