New York, (TMNews) - Lui è il portavoce della Casa Bianca, lei una giornalista e scrittrice. Jay Carney e Claire Shipman hanno raccontato la loro vita familiare al mensile Washingtonian Mom, in occasione dell'uscita del nuovo libro della giornalista. Non è questo, però, ad aver creato polemica sui social network.Ai più attenti non sono sfuggiti alcuni dettagli nelle foto scattate nella cucina della coppia: due poster di propaganda sovietica che, in tempi di crisi con Mosca per gli avvenimenti in corso in Ucraina, hanno scatenato i detrattori dell'amministrazione Obama.Uno dei poster è un manifesto di reclutamento, con un soldato che punta il dito in direzione dell'osservatore. Il secondo, invece, mostra una donna al lavoro in una fabbrica, che invita le altre a sostituire gli uomini andati al fronte."Abbiamo un funzionario chiave dell'amministrazione Obama che celebra l'era sovietica, un'era in cui decine di milioni di persone sono morte a causa di un sistema di brutale totalitarismo", hanno stigmatizzato dagli ambienti conservatori statunitensi.