New York (askanews) - È diventato l'uomo più celebre d'America. Ma per un momento ha pensato di gettare via tutto. Feidin Santana, 23 anni, in questa intervista mandata in onda dall'emittente Msnbc, canale televisivo via cavo statunitense, rivela di avere avuto paura quando si è accorto di quello che aveva tra le mani.Santana ha ripreso con il suo telefonino l'omicidio di un afroamericano a North Charleston, South Carolina, da parte di un poliziotto bianco e ha mandato il video al sito del quotidiano locale e del "New York Times". L'agente, Michael Slager, 33 anni, ha sparato otto colpi alla schiena di Walter Scott, 50 anni, disarmato e ucciso mentre stava scappando a piedi dopo essere stato fermato a un banale controllo stradale.Slager, che aveva detto di avere agito per legittima difesa, è stato inchiodato dal video ed è stato arrestato e incriminato per omicidio. Ma il giovane Santana, quando si è reso conto di quello che aveva filmato, è stato sul punto di cancellare tutto per paura della polizia."Quando mi sono reso conto dell'enormità della cosa ho addirittura pensato di cancellare il video, ha rivelato Santana. Temevo che la mia vita potesse essere in pericolo se lo avessi diffuso. Ho pensato di cancellarlo e andare via dalla città, da North Charleston".