Baltimora (askanews) - La retorica politica contro i musulmani degli Stati Uniti è imperdonabile. Nel corso della sua prima visita ufficiale in una moschea come presidente Barack Obama ha sferrato un attacco nemmeno tanto triangolato nei confronti dell'aspirante candidato repubblicano alla Casa Bianca Donald Trump.Nel suo discorso alla Società islamica di Baltimora, Obama ha anche sottolineato come l'Islam parli di pace, perdono e compassione."Abbiamo visto troppo spesso confondere gli atroci atti di terrorismo con i fondamenti religiosi di una fede intera", ha detto il presidente statunitense. "Di recente abbiamo dovuto ascoltare un'imperdonabile retorica politica contro i musulmani degli Stati Uniti che non può trovare spazio nel nostro paese".Il presidente nel discorso di Baltimora non ha mai citato i politici nel mirino. Ma si è trattato di un palese attacco a Donald Trump che a dicembre, dopo la strage di San Bernardino, la sparatoria avvenuta il 2 dicembre 2015 in un centro per disabili che ha provocato la morte di 14 persone e il ferimento di altre 23 per mano di una coppia di terroristi legati alle formazioni islamiste, avevasostenuto la necessità di vietare temporaneamente l'ingresso in America a tutte le persone di fede islamica."Se si vuole parlare seriamente di libertà religiosa, e ora mi rivolgo ai miei amici cristiani che restano la maggioranza in questo paese, bisogna comprendere che un attacco contro una fede religiosa rappresenta un attacco contro tutte le fedi", ha concluso Obama.(Immagini Afp)