Milano (askanews) - Le note dei Trojans, la marching band della University of Southern California, accompagnano la giornata nazionale degli Stati Uniti a Expo Milano 2015 il 4 luglio, festa nazionale in cui si celebra per la 239esima volta la Dichiarazione di indipendenza. La banda ha suonato gli inni nazionali per dare il via ai discorsi ufficiali del ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina e del Segretario Usa all'Agricoltura Tom Vilsack: ad aprire le celebrazioni un video messaggio del presidente Barack Obama."Ognuno di noi ha diritto di mettere in tavola cibo buono, sicuro e nutriente e dobbiamo lavorare insieme per creare un sistema alimentare sostenibile e per migliorare la salute delle persone di tutto il mondo - ha detto il presidente - questa è una delle sfide più importanti del nostro tempo". In chiusura Obama ha salutato in italiano con un "Ciao" facendo le congratulazioni a Expo."Dobbiamo affrontare le sfide su cui Expo si focalizza - ha detto Vislack dal palco - l'incremento della popolazione mondiale che entro il 2050 sarà di 9 miliardi di persone che abbiamo la responsabilità di nutrire, mentre il clima cambia".L'invito è a continuare la collaborazione tra i due Paesi per costruire un agricoltura sostenibile a partire da innovazione e ricerca."Penso che un'esposizione universale come quella che stiamo realizzando in Italia, con questo afflusso di visitatori, su questo tema strategico per il mondo non può non chiamare direttamente in causa la forza, il protagonismo e l'esperienza americana e io sono molto grato a tutta la comunità degli Stati Uniti per come ha accettato subito di lavorare con noi sui grandi temi di Expo" ha detto il ministro Martina.Poi la banda, guidata dalle cheerleaders, ha accompagnato la sfilata lungo il Decumano sino al padiglione degli Stati Uniti, dove tutto il giorno si festeggia il 4 luglio con un classico picnic giochi per famiglie, e altre attività. Tutti i proventi della giornata vengono devoluti a Save the Children.