Baltimora (askanews) - Non è bastata l'incrimanzione di sei poliziotti per la morte di Freddie Gray a fermare le manifestazioni a Baltimora. Migliaia di persone sono attese nel città del Maryland per manifestare contro la brutalità della polizia e per chiedere giustizia per il ragazzo afroamericano morto per le gravi ferite riportate durante l'arresto da parte di sei agenti.Il procuratore Marilyn J. Mosby, afroamericano con parenti poliziotti, è diventato in poco tempo un idolo dei dimostranti. Ha incriminato i sei agenti con accuse che vanno dall'omicidio preterintenzionale a quello colposo. La famiglia della vittima ha "ringraziato la procuratrice e la sua squadra per il coraggio senza precedenti". Al tempo stesso ha invitato la comunità afroamericana alla calma."Chiediamo a tutti coloro che vengono nella nostra città, una città che amiamo, di venire in pace", ha detto Richard Shipley, il nonno di Gray, in conferenza stampa: "Se non venite in pace allora, per favore, non venite affatto", ha concluso.La Guardia nazionale, chiamata in rinforzo dal giorno dei funerali, ha messo in allerta circa 3mila uomini per "assicurare la calma" a Baltimora. Nonostante l'esplosione di gioia alla notizia dell'incriminazione la tensione è rimasta altissima in città.