New York (askanews) - I due favoriti, Donald Trump e Ben Carson, sotto tono. In rimonta il giovane senatore della Florida Marco Rubio. Jeb Bush, il superfavorito prima dell'inizio della gara, non pervenuto. Questa la sintesi del terzo dibattito tra i candidati alle primarie del partito repubblicano per la nomination alle elezioni presidenziali del 2016.L'unica convergenza è stata quella sugli attacchi a Hillary Clinton che, nonostante il fuoco di sbarramento delle critiche relative all'uso spregiudicato delle email quando era segretario di Stato di Barack Obama, resta la candidata forse più credibile per la Casa bianca. Tuttavia, come nota il Wall Street Journal il dibattito al vertice del Grand Old Party ha lasciato sul terreno grandi incertezze.A sorprendere in modo negativo sono stati Trump e Carson che, fino a ieri, sono stati le locomotive del partito repubblicano in testa ai sondaggi.Trump ha cercato, con scarso successo, questa volta per poca incisività, di accreditare la sua fama di iconoclasta del politically correct."Credo che la mia debolezza più grande sia di fidarmi troppo della gente. Sono troppo ingenuo. Ma quando vengo deluso, se vengo deluso, allora non perdono"Dal canto suo, il neurochirurgo in pensione Carson, con il suo tratta ascetico ed elegante come sempre, che di recente ha superato il magnate del real estate nel gradimento dell'elettorato, è apparso troppo pacato rispetto ai precedenti dibattiti."La miglior strategia politica consiste nell'eliminare tutti i sussidi governativi e lasciar il governo fuori dalle nostre vite permettendo alla gente di crescere e di fallire a seconda dei propri meriti. E questa storia del "troppo grandi per fallire", scegliendo tra figli e figliastri, è tutto un mucchio di sciocchezze che sta causando un sacco di problemi alla nostra società".Sotto i riflettori della serata Marco Rubio che è passato all'incasso facile definendo Hillary Clinton una bugiarda protetta dai media, cassa di risonanza schierata a favore del partito democratico.Basterà per conquistare un posto al sole di un Grand Old Party con il fiato corto?(Immagini Afp)