Roma, (TMNews) - Un assegno da un milione e mezzo di dollari per continuare a lottare contro il narcotraffico e la mafia: è la somma consegnata dal Dipartimento della Giustizia americano al capo della Polizia prefetto Alessandro Pansa a seguito della cooperazione antidroga fra Italia e Stati uniti nell'Operazione "Fire and Ice".Pansa ha ricevuto l'assegno, destinato al Fondo Unico di Giustizia, nel corso di una cerimonia all'ambasciata americana a Roma, alla presenza dell'ambasciatore John Phillips, di Mark Hamlet, direttore regionale della Drug Enforcement Administration (Dea) e del Procuratore capo di Roma Giuseppe Pignatone. Durante l'incontro una serie di agenti della polizia italiana sono stati premiati con un attestato di riconoscimento dal Dipartimento di Giustizia Usa. Durante "Fire and Ice", una complessa operazione in più paesi con rischiose attività di polizia sotto copertura, l'Italia ha sequestrato 225 kg di cocaina, mentre le autorità americane hanno confiscato 27 milioni di dollari."Come sapete in Italia è stato costituito il Fondo Unico Giustizia - ha spiegato Pansa - cioè un fondo grazie al quale le risorse che vengono sottratte alla criminalità organizzata vengono destinate direttamente alla polizia e alla magistratura, per mettere insieme strutture, attività e organizzazione per lottare ancora meglio contro la criminalità organizzata".