New York (askanews) - Sempre più affollata la corsa repubblicana alle elezioni presidenziali statunitensi del 2016. Nella lista degli aspiranti alla Casa Bianca si è iscritto con un tweet anche Scott Walker, 47 anni, dal 2011 governatore del Wisconsin. "Ci sono anch'io. Corro per la presidenza perché gli americani meritano un leader che si batta e vinca per loro" ha postato sul web."L'America ha bisogno di una leadership rinnovata dalla fondamenta, di una visione più grande e più audace. Possiamo rendere di nuovo grande il nostro paese", ha poi dichiarato Walker nel video di presentazione della sua candidatura.Sposato con un'italo-americana, il governatore del Wisconsin è il quindicesimo candidato alle primarie del partito repubblicano mentre un sedicesimo, il governatore dell'Ohio John Kasich, dovrebbe annunciare la sua candidature entro la fine del mese. Conosciuto per l'aspro conflitto che lo ha visto confrontarsi con i sindacati dei lavoratori del suo Stato è considerat un conservatore in politica interna e un falco in politica estera. Secondo i sondaggi è uno dei favoriti nell'affollato campo dei candidati repubblicani, subito dietro Jeb Bush e quasi alla pari con Marco Rubio. Ma questi sondaggi sono stati effettuati prima della sua candidatura ufficiale e quindi il gradimento dovrebbe essere destinato ad aumentare.Pur non partendo da favorito, vale la pena di notare che da quando è entrato in politica nel 1990 Walker ha vinto 12 elezioni su 13 dimostrando di essere in grado di condurre con competenza e aggressività una campagna elettorale à la mode Usa. Insomma, quanto basta per non fare dormire sonni tranquilli a Jeb Bush.(Immagini Afp)