Washington (askanews) - Il vicepresidente Joe Biden non si candiderà alla presidenza degli Stati Uniti. L'annuncio è arrivato dal giardino delle rose della Casa Bianca, con accanto il presidente Barack Obama e la moglie Jill."Non sarò un candidato ma non starò in silenzio. Ho intenzione di parlare chiaramente e con forza per influenzare la nostra posizione come partito e dove abbiamo bisogno di andare come nazione", ha detto Biden, che lascia così campo libero ad Hillary Clinton, a cui la sua presenza alle primarie avrebbe creato più di un problema. L'annuncio è arrivato dopo molti ripensamenti. "Questo partito e la nostra nazione faranno un tragico errore se si allontaneranno dall'eredità di Obama. Il popolo americano ha lavorato troppo e ha fatto troppa strada per questo"."Non penso che dovremmo guardare ai repubblicani come ai nostri nemici - ha proseguito - Loro sono l'opposizione non dei nemici, e per il bene del Paese dobbiamo lavorare insieme".