Roma, (askanews) - Sì alle Unioni Civili, comprese le adozioni, ma "il ddl Cirinnà è malfatto", quindi "libertà di voto ai singoli deputati": lo ha affermato il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi, intervenuto alla presentazione del libro di Myrta Merlino a Roma "Madri", che tra un aneddoto su mamma Rosa e i ricordi della sua discesa in campo, ha parlato di attualità politica a 360 gradi. "Essendo noi sempre aperti al riconoscimento di diritti a tutte le coppie di fatto, etereosessuali e omosessuali, questo lo abbiamo sempre dichiarato, in questa situazione ci siamo trovati a confrontarci su situazioni diverse e quindi la decisione finale è stata che una maggioranza del partito ha detto che era contraria a questa legge Cirinnà perché la si considera malfatta con molti punti che dovrebbero essere cambiati. Ma la decisione finale è stata di lasciare libertà di voto ai singoli deputati", ha spiegato Berlusconi .Dopo avere ascoltato la testimonianza di Giuseppina, una madre lesbica durante la presentazione del libro di Myrta Merlino "Madri", Berlusconi sulle adozioni gay ha aggiunto: "Di fronte a queste situazioni credo che dobbiamo lasciare il diritto alle persone di fare come credono, di seguire la propria strada e di avere uno Stato che non si oppone alle decisioni che i singoli prendono", ha concluso.