Milano (TMNews) - Un mondo con sempre più sfollati, come non accadeva dal periodo della Seconda Guerra mondiale. In occasione della Giornata mondiale del rifugiato, l'Unhcr ha diffuso un nuovo rapporto che fotografa una situazione preoccupante: il numero di sfollati sul nostro pianeta ha superato, per la prima volta dal 1945, la soglia dei 50 milioni. Conflitti e crisi, spiegano dall'agenzia Onu, hanno costretto a fine 2013 51 milioni e 200mila persone a lasciare le proprie abitazioni o meglio, per usare la più efficace terminologia dell'Unhcr, sono state "sradicate delle proprie case". Una dato che è in forte aumento rispetto al 2012 e che risente soprattutto della ormai infinita guerra civile in Siria.