Sudafrica, (TMNews) - Una candela accesa accanto al giaciglio dove ha trascorso tante notti dietro le sbarre. Nel carcere di Robben Island si ricorda così il detenuto più illustre, Nelson Mandela, morto a 95 anni dopo una lunga malattia contratta proprio mentre era in prigione: qui ha trascorso 18 anni della sua vita e un gruppo di sudafricani ha scelto di dirgli addio e rendergli omaggio proprio in questo luogo simbolo della sua lotta politica. "Siamo qui per rendere l'ultimo omaggio al nostro leader più grande, "alagata tata", ti ricorderemo per sempre. Grazie"."Celebriamo la vita di un soldato che ha combattuto per i neri, festeggiamo la libertà".Non c'è spazio per la tristezza, nonostante siano giorni di lutto in Sudafrica: i visitatori ballano e cantano tra le celle della prigione. Poi comincia la veglia funebre, sempre accompagnata dalla musica, con le candele accese in mano, per ricordare il padre della patria scomparso.(immagini Afp)