Caracas (TMNews) - Una anno di presidenza Maduro, 12 mesi difficili per il Venezuela tra proteste di piazza, crisi economica e violenza criminale in crescita. Il delfino e successore di Ugo Chavez, affronta il primo anniversario dalla sua elezione subissato dai problemi.La crisi economica ha fatto volare l'inflazione passata dal 30%, al 57%, il tasso di scarsità dei generi alimentari di prima necessità è arrivato al 60,2%. Per questo è dovuto passare al contrattacco e ha inserito il sistema per fissare il prezzo di una cinquantina di prodotti di prima necessità."La grande maggioranza dei prezzi dei prodotti diminuiranno, togliendo la speculazione, altri prodotti manterranno lo stesso livello e altro aumenteranno" ha spiegato Maduro.Il Venezuela detiene le maggiori riserve petrolifere del pianeta, ma è probabilmente anche il paese che peggio sfrutta il suo immenso potenziale energetico al mondo. Maduro per mantenere a galla l'economia punta agli accordi con la Cina, aumentando le esportazioni di greggio, al momento quello cinese è il secondo mercato petrolifero per il Venezuela, dietro a quello statunitense.(immagini AFP)