Bari, 4 marzo – Andrea D'Acunto, partner di EY, parla dei risultati dell'Osservatorio sull'Innovazione redatto dalla società. La fotografia che emerge è quella di “un Paese con più marce”, tra spinte digitali e ritardi di sistema. E la Puglia? “Al momento è ancora in un ranking inferiore alla media, ma sta crescendo molto. Bisogna trasferire le buone pratiche sul territorio” dice D'Acunto. Le prospettive sono soprattutto nell'innovazione di processo, la più adatta al tessuto imprenditoriale della regione: “Non si parla di settori disruptive ma di filiere tradizionali come meccanica, agricoltura industriale e aeronautica. Può scattare una innovazione di processo che avvicini gli investitori esteri.