Parigi (askanews) - Un orso polare meccanico gigante all'entrata di Le Bourget, in Francia, ricorda a tutti i partecipanti al COP 21, la conferenza dell'Onu sul clima, quanto sia importante e urgente trovare un accordo sul riscaldamento climatico che ha conseguenze devastanti sulla sopravvivenza di molte specie animali. Kumi Naidou è il direttore esecutivo di Greenpeace."Io voglio credere che avremo un buon accordo, ma dopo così tanti anni di negoziati avremmo dovuto avere molta più chiarezza. Vogliamo che trovino un accordo, crediamo che lo possano fare, ma la giuria non ha ancora dato il suo verdetto su quanto avranno il coraggio politico di pronunciarsi".L'associazione ambientalista si è detta ottimista sull'iter dei negoziati ma resta scettica sui contenuti finali dell'accordo che dovranno essere chiari e vincolanti per avere ripercussioni efficaci sul clima e dunque sul futuro del Pianeta.(Immagini Afp)