Shyrokyne, Ucrasina. (askanews) - Ucraina senza pace. Tre separatisti filorussi sono stati uccisi nei pressi della città portuale di Mariupol, nell'Est del paese, nonostante il cessate il fuoco virtualmente in vigore per agevolare la fine del conflitto. La notizia è stata data dall'agenzia di stampa dei ribelli che accusano le truppe governative di violare la tregua, con 33 attacchi nelle ultime 24 ore grazie anche all'impiego per la prima volta in un mese di razzi pesanti Grad. Gli assalti si starebbero concentrando sull'aeroporto della roccaforte ribelle di Donetsk e sul villaggio di Shyrokyne."Stiamo presidiando la strada principale del villaggio, spiega un comandante delle milizie separatiste. Gli ucraini la stanno intenzionalmente prendendo di mira per costringere alla fuga la popolazione civile"Secondo i termini del cessate il fuoco stipulato a Misnk a febbraio, i combattimenti si sono fermati sulla linea del fronte e le parti affermano di aver ritirato le armi pesanti, creando una zona cuscinetto tra i 50 e i 140 chilometri.Mariupol è la città più importante sotto controllo di Kiev nell'Est del paese e molti ucraini temono che per il suo ruolo strategico possa essere oggetto di una prossima offensiva ribelle.(Immagini Afp)