Roma, (askanews) - "Bisogna trovare una soluzione, sono in ballo migliaia di posti di lavoro in Italia e soprattutto in Veneto perché le sanzioni contro la Russia stanno creando disastri a tutto il nostro sistema industriale e imprenditoriale". Così il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, a margine di un convegno "Russia e Crimea due grandi opportunità per le nostre imprese" promosso a Padova dall'associazione culturale Lombardia-Russia."Si combatte una guerra e c'è qualcuno che vuole tornare alla guerra fredda e al muro di Berlino - ha poi proseguito l'esponente leghista -. Il nemico è il terrorismo islamico non è la Russia quindi prima si torna a dialogare, a commerciale e a ragionare con la Russia meglio è"."Noi come Lega in Veneto e in Lombardia abbiamo fatto approvare dei documenti ufficiali per il ritiro delle sanzioni contro la Russia - ha concluso Salvini - speriamo che Renzi si svegli".