Kiev (askanews) - Le armi sono state deposte. I separatisti filorussi della repubblica autoproclamata di Donetsk hanno annunciato di aver completato il ritiro degli armamenti leggeri dalla linea di contatto. Una azione in linea con quanto stabilito nell'accordo raggiunto a fine settembre sulla crisi in Ucraina per consolidare la tregua."Abbiamo concluso il ritiro delle armi secondo quanto stabilito dagli accordi di Minsk. Ne sono stato testimone insieme ai rappresentanti dell'Osce, ha dichiarato Ruslan Yakubov, membro delle forze armate della Repubblica Popolare di Donetsk che ha tuttavia denunciato come nelle stesse ore si siano verificati attacchi a colpi di mortaio dalle postazioni delle forze ucraine verso Donetsk."A partire da ora registreremo in video ogni attacco. E inviteremo l'Osce a farsi testimone ogni volta che gli accordi dio Minsk saranno violati", ha concluso.Dal canto loro le forze ucraine hanno indicato che concluderanno il ritiro entro il 7 novembre.(Immagini Afp)