Atene, 21 feb. (TMNews) - Un bagno di sangue scandaloso: così si è espresso oggi da Atene il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen sulla situazione in Ucraina lanciando un nuovo appello all'esercito a non intervenire nella crisi."Il governo ucraino ha la responsabilità di fare in modo che le forze armate non si coinvolgano in questa crisi politica", ha ribadito Rasmussen al termine di un incontro con il Primo ministro greco Antonis Samaras.Rasmussen ha "chiesto a tutte le parti di fermare la spirale della violenza", e sottolineato che "il dialogo è la sola via per arrivare ad una soluzione pacifica".Già mercoledì sera, Rasmussen aveva avvertito che la Nato potrebbe rimettere in discussione la sua cooperazione con Kiev " nel caso di un itervento dell'esercito contro l'opposizione". Almeno 75 persone sono morte negli scontri fra polizia e oppositori a Kiev da martedì.