Donetsk (askanews) - Nuova escalation del conflitto nelle regioni orientali dell'Ucraina. Le zone di Donetsk e Horlivka sono diventate l'epicentro degli scontri tra i separatisti filorussi e le forze armate dell'esercito ucraino.L'impennata della guerra è cominciata il 18 gennaio quando il governo di Kiev ha dato l ordine di attaccare le posizioni dei ribelli nel tentativo di riprendere il pieno controllo dell aeroporto di Donetsk e delle zone circostanti. In precedenza, le forze filorusse avevano ignorato l'ultimatum a lasciare l'aeroporto e avevano attaccato le postazioni dell esercito ucraino."I combattimenti sono diventati più intensi, spiega un soldato ucraino, con bombardamenti anche tre volte al giorno, a colazione, pranzo e cena. E qualche volta anche più tardi. I colpi di mortaio fanno parte della nostra routine quotidiana. All'inizio sembra una cosa terribile, con il tempo ci fai l'abitudine".Amnesty International ha rinnovato l appello alle parti affinché proteggano la popolazione civile, come ha sottolineato Denis Krivosheev, vicedirettore del programma Europa e Asiacentrale di Amnesty International. "La scelta di usare le zone densamente popolate di Donetsk e Horlivka come basi di lancio degli attacchi dei separatisti filorussi e la risposta delle forze filo-Kiev contro quelle zone sta ponendo in grande pericolo la vita dei civili", ha ribadito Krivosheev.(Immagini Afp)