Kiev (TMNews) - Il Medio Oriente ha catalizzato l'attenzione dei media occidentali, ma in Ucraina la guerra tra il nuovo governo di Kiev e i secessionisti filo russi prosegue. Proprio nell'area controllata dai ribelli che guardano a Mosca è stato abbattuto un jet delle forze aeree di Kiev, precipitato in una palla di fuoco - così raccontano i testimoni - dopo che i piloti si sarebbero lanciati con il paracadute. Un episodio che dimostra come le tensioni non siano risolte, anche a livello internazionale, e la Nato, per bocca del suo segretario generale Anders Fogh Rasmussen, ha nuovamente avvisato la Russia."In risposta all'aggressione russa - ha detto - la Nato sta lavorando ancora più a stretto contatto con l'Ucraina, per riformare le sue forze armate e le istituzioni difensive".Una difesa che, in questo contesto solo apparentemente pacificato, potrebbe sottintendere anche nuove possibilità di attacco. Nell'attesa che si muova anche la diplomazia per cercare di porre fine alla guerra civile.