New York, (TMNews) - Twitter è la piattaforma Internet preferita dai terroristi, molto più popolare dei siti di propaganda fondamentalista e di Facebook. Lo rivela un'analisi pubblicata dal Woodrow Wilson Center, un influente think thank di Washington, che sottolinea come i membri di al Qaeda e di altri gruppi siano sempre più attivi sui social media per gli stessi motivi che spingono tutti a farlo: una comunicazione veloce, facile e anonima.Questa condizione, si legge nei documenti, rende ancora più difficile alle agenzie di controterrorismo riuscire a individuare i jihadisti. Secondo Gabriel Weimann del Woodrow Wilson Center, che da decenni studia la presenza online dei gruppi fondamentalisti, l'uso della Rete da parte dei terroristi non è certo una novità, ma negli ultimi anni è molto cresciuta. Nel 1988 i siti online erano poco più di dieci. Adesso i domini sono circa 10.000 senza prendere in considerazione gli account sui social network.