Un ministero ad hoc per il Made in Italy, che assommi competenze oggi divise tra Mise e Farnesina, e si concentri sulla tutela, la promozione e il commercio internazionale dei prodotti italiani.
È questo l’obiettivo di una proposta di legge di Forza Italia da poco depositata alla Camera, che vede prima firmataria Benedetta Fiorini, eletta nel collegio uninominale di Sassuolo, capitale del distretto italiano della ceramica.
«Non si tratta di un ministero per creare nuove poltrone», spiega Fiorini, ma una proposta concreta per la razionalizzazione delle competenze. In particolare, la nuova struttura dovrà permettere procedure snelle e tempi rapidi alle Pmi italiane preoccupate di tutelare e promuovere sui mercati internazionali i propri prodotti e i propri marchi.