Ankara (askanews) - Democrazia sempre più sospesa in Turchia. La polizia turca ha preso il controllo - in diretta televisiva - della regia di due emittenti vicine all'opposizione, Bugun Tv e Kanalturk, di proprietà del gruppo Koza-Ipek.Gli agenti hanno prima disperso con lacrimogeni e idranti i dipendenti che cercavano di difendere l'ingresso della sede che ospita le due televisioni a Istanbul, per poi occupare la regia insieme ai nuovi amministratori delle emittenti.Il gruppo Koza-Ipek infatti è stato messo sotto tutela dalla magistratura perché accusato di "finanziare, reclutare e fare propaganda" per conto dell'imam Fethullah Gulen, a capo di una rete di ong e mezzi di comunicazione definita dalle autorità di Ankara come una "organizzazione terroristica".Ex alleato del presidente Erdogan, Gulen - che risiede negli Stati Uniti - è divenuto il "nemico pubblico numero uno" del governo dopo lo scandalo legato alla corruzione che ha investito numerosi esponenti politici del Paese.La decisione della magistratura di mettere sotto tutela le due emittenti è stata duramente criticata dall'opposizione come un attentato alla libertà di espressione, a pochi giorni dalle elezioni politiche in programma domenica e in cui il partito di Erdogan spera di riconquistare la maggioranza assoluta.(immagini AFP)