Ankara (askanews) - Il presidente del Kurdistan iracheno Massud Barzani ha incontrato ad Ankara i responsabili politici turchi mentre divampa la crisi tra la Turchia e l'Iraq a causa dello schieramento di alcune centinaia di militari e di alcuni reparti blindati turchi a Bachiqa, nell'Iraq settentrionale, allo scopo, secondo le autorità di Ankara, di addestrare gli iracheni a combattere le milizie dell'Isis.Ankara ha giustificato l'intervento dichiarando che si tratta di una semplice rotazione di effettivi su richiesta del governatore di Mossul e in coordinamento con il ministero della Difesa iracheno. Dal canto suo, il governo di Bagdad ha intimato alla Turchia di ritirare immediatamente le sue truppe, sottolineando di essere pronto in caso di rifiuto a considerare tutte le opzioni disponibili, compreso un ricorso urgente al consiglio di sicurezza dell'Onu.Il presidente turco Recep Erdogan ha espresso al leader curdo Barzani la sua determinazione a combattere il terrorismo, nella duplice declinazione dei guerriglieri dello Stato islamico e del Partito dei lavoratori del Kurdistan. Il Pkk, a detta di Erdogan, disporrebbe di basi nel nord dell'Iraq. Al termine degli incontri, che hanno visto anche un colloquio di un'ora e mezza tra Barzani e il premier turco Ahmet Davutoglu, non è stata rilasciata alcuna dichiarazione ufficiale congiunta.(Immagini Afp)