Benniri, Tunisia (askanews) - Le forze di sicurezza tunisine hanno ucciso nel corso della notte sei terroristi nei pressi di Ben Guerdane, località lungo la frontiera con la Libia, dopo i duri scontri avvenuti nella zona nei giorni scorsi che hanno provocato la morte di 36 guerriglieri, 12 militari tunisini e sette civili. La notizia è stata data dal ministro dell'Interno tunisino.I media locali riferiscono che reparti dell'esercito hanno circondato una casa dove si sarebbero asserragliati diversi miliziani islamisti. Le nuove operazioni sono state condotte nella zona di Benniri, un settore che si trova pochi chilometri a sud di Ben Guerdane, una città di 60mila abitanti attualmente sotto coprifuoco. L'esercito tunisino ha confermato che le operazioni di rastrellamento nella zona continueranno fino a quando necessario.Secondo le autorità, l'obiettivo degli attacchi attribuiti a gruppi armati dell'Isis sono le installazioni di sicurezza lungo il confine con la Libia, il cui controllo aprirebbe la via al piano per la creazione di un nuovo cosiddetto emirato dello Stato islamico in Tunisia.(Immagini Afp)