Roma, (askanews) - "E' un attacco alla democrazia, è un attacco ad un Paese che ha fatto tanto in questi quattro anni per cambiare volto. Le vere vittime di questo attacco sono giovani tunisini che erano scesi in piazza quattro anni fa e stanno cercando di costruire un futuro diverso per se stessi e per il Paese". Lo ha detto l'Alto rappresentante per la politica estera europea, Federica Mogherini, commentando l'attacco al museo Bardo di Tunisi."Ne ho parlato con il primo ministro tunisino garantendogli tutto il sostegno dell'Unione europea, non soltanto sul piano della sicurezza e dell'antiterrorismo ma anche sul versante del sostegno al processo democratico e alla ricostruzione economica e all'investimento sul futuro dei giovani tunisini. Il fenomeno si risolve non soltanto sull'immediato ma anche investendo sulla generazione di tunisini che devono capire che hanno un futuro che non è legato alle violenze", ha concluso la Mogherini.