Tunisi (TMNews) - Decine di migliaia di manifestanti sono scesi in piazza alla periferia di Tunisi per chiedere le dimissioni del governo guidato dal movimento degli islamisti moderati di Ennahda. Qualche ora prima, il presidente dell'Assemblea nazionale costituente, Mustapha Ben Jaafar, aveva annunciato la sospensione dei lavori fino all'avvio dei negoziati per risolvere la crisi politica in cui versa il Paese, una delle principali richieste dei dimostranti. Che chiedono comunque un radicale mutamento di rotta"Tutti quelli che vedete qui in piazza chiedono lo scioglimento dell'Assemblea costituente che consideriamo una catastrofe e che sta imboccando una strada che il popolo tunisino non accetta"."Siamo contro le politiche attuale del governo guidato da Ennahdha e vogliamo che se ne vada".I manifestanti erano almeno 40mila secondo la polizia. Nella folla le immagini dei due leader dell'opposizione progressista, Mohamed Brahmi e Chokri Belaid, uccisi a pochi mesi di distanza l'uno dall'altro. La responsabilità dei due assassinii, quanto meno per non essere in grado di controllare gli estremisti, viene addossata al partito islamista al potere che, da parte sua, respinge ogni accusa.(Immagini Afp)