Tunisi(askanews) - Ventitré persone sono state arrestate in relazione alle indagini sull'attacco al Museo del Bardo di Tunisi, il 18 marzo scorso in cui 20 turisti stranieri sono stati uccisi."Ventitré sospetti, inclusa una donna, sono stati arrestati perché membri di una cellula terroristica coinvolta nell'attacco che è stata smantellata all'80%. Lo ha detto il ministro degli Interni, Najem Gharsalli, aggiungendo che l'attentato contro il Museo del Bardo è stato compiuto da Al-Qaida e non dal gruppo dello Stato islamico.Secondo le autorità di Tunisi infatti l'Isis si sarebbe impadronito di questo atto per fare propaganda e per farsi pubblicità. Ma ad organizzare l'operazione sarebbe stato Okba Ibn Nafaa, che appartiene ad Al-Qaida nel Maghreb islamico.