Tunisi (askanews) - Si precisano i contorni e il bilancio della sparatoria nella caserma di Tunisi. Sette militari sono stati uccisi dal soldato che ha aperto il fuoco contro i colleghi in una caserma della capitale, vicino al museo del Bardo. L'uomo è stato poi ucciso dalla risposta delle forze militari.Il ministero della Difesa ha dichiarato che il responsabile dell'attacco era stato di recente privato del porto d'armi a causa di problemi familiari e psicologici. La sparatoria ha provocato la morte di sette militari e la morte dell'autore dell'attacco. Altri dieci militari sono stati feriti e uno versa in gravi condizioni, ha fatto sapere il portavoce del ministero della Difesa Belhassen Oueslati."Un soldato ha pugnalato un collega al posto di guardia e gli ha sottratto l'arma, aprendo poi il fuoco sugli altri soldati che si trovavano nei pressi", ha ricostruito Oueslati nel corso di una conferenza stampa.Si è quindi trattato di un atto isolato che esclude la pista di un eventuale attentato di matrice terrorista.(Immagini Afp)