Per il magnate dopo gli slogan divisivi è il momento di abbassare i toni