Roma, (askanews) - Truffe, falsi, ricettazione ed appropriazione indebita: queste le accuse che hanno fatto scattare l'operazione giudiziaria "Big Boat" della polizia e dei carabinieri di Salerno contro 39 persone ritenute appartenenti a un'associazione a delinquere operante sull'intero territorio nazionale.Le investigazioni partite nel 2012 hanno fatto emergere un'articolata associazione criminosa: in nome e per conto di una ditta di autotrasporti con sede legale fittizia a Milano, gli indagati ottenevano da diverse ditte di autotrasporti del nord Italia l'affidamento di carichi di merce, fornendo false referenze, documenti di circolazione falsificati e polizze assicurative alterate, impossessandosi della merce che poi rivendevano a ricettatori locali.Le vittime di tale attività criminale, individuate in molteplici aziende operanti sul territorio nazionale, europeo ed anche extra europeo, hanno subito nel tempo danni stimabili in diversi milioni di euro.