Genova, (TMNews) - Cercavano sugli elenchi del telefono nomi desueti come Ernestina, Cesira o Giuseppina. Poi da lì, se ai nomi demodé corrispondeva una persona anziana, partiva la truffa. I carabinieri di Genova e di Novara hanno decapitato una delle più importanti organizzazioni criminali transnazionali attive in tutto il Nord Italia ma anche in Austria, Germania, Svizzera, Svezia e Stati Uniti. Grazie all'operazione "Caro Nipote" è stata sgominata la gang sinti di origine polacca specializzata in un complesso sistema di truffe agli anziani. Una volta individuate le potenziali vittime, gli anziani venivano contattati da alcuni membri della banda che si fingevano lontani nipoti. A fronte di una richiesta di prestiti urgenti, insistendo sul falso legame di parentela, la banda riusciva a raccogliere denaro o beni preziosi. Settantuno gli indagati per associazione a delinquere, di cui 32 colpiti da ordinanza di custodia cautelare in carcere. E' stato anche disposto il sequestro di beni per oltre un milione di euro.